TI PRESENTO MUSEKE

Museke in lingua Kirundi significa alba, luce, sorriso.

Fondazione Museke lavora con passione e competenza nel campo della cooperazione internazionale, promuovendo e realizzando progetti ad ampio respiro in ambito sanitario, educativo, sociale e della formazione.

Fondata su valori di etica e sviluppo sostenibile, Fondazione Museke ha l’obiettivo di garantire un futuro più dignitoso a chi vive nella difficoltà, in particolare nei Paesi a basso reddito.

LA STORIA

1969

Nasce l’Associazione Museke ad opera della imprenditrice Enrica Lombardi, che colpita dalla condizione di povertà della popolazione africana in generale e della donna in particolare, decide di iniziare un progetto educativo a Gitega (Burundi).
Negli anni successivi vengono costruiti una scuola, un atelier di taglio e cucito, un centro nutrizionale e un dispensario. Negli anni a seguire l’attività si sposta anche in Rwanda, dove realizza un Centro di accoglienza per bambini orfani, un ospedale e un centro ortopedico per fisioterapia. Gli orizzonti poi si ampliano per verso l’America Latina, in particolare in Guatemala e in Bolivia.

1994

A causa della sanguinosa guerra civile che devasta il Rwanda, Museke, grazie alle forze internazionali di pace, riesce a salvare un centinaio di persone, tra le quali 33 adolescenti con disabilità fisiche e 41 bambini dell’orfanotrofio che arrivarono a Brescia.

2009

Grazie all’importante lascito testamentario di Natalina Barbi Gnutti, Enrica Lombardi dà vita alla Fondazione Museke – Onlus

2015

Viene a mancare la fondatrice Enrica Lombardi

2021

Dalla sua nascita a oggi la Fondazione si è concentrata su numerosi interventi da realizzare nei paesi in via di sviluppo, con una particolare attenzione al continente africano, in coerenza con gli scopi e i valori della fondatrice, espressi nello Statuto e nel Codice Etico.

LE PROTAGONISTE

Enrica Lombardi

Imprenditrice ispirata dalla Populorum Progressio Di Papa Paolo VI, che, conosciuta la condizione femminile in Africa, decide di fondare l’Associazione Museke per combattere la discriminazione delle donne considerate senza dignità e senza possibilità di riscatto.

Natalina Barbi Gnutti

Segnata dall’incontro con Enrica, decide di sostenere il progetto Museke lasciando in eredità all’associazione un cospicuo patrimonio.

VISION

Assicurare e promuovere i diritti individuali di tutte le persone deboli e a rischio di esclusione sociale: donne, minori, giovani, anziani e persone con disabilita fisica e/o intellettiva.

Il nostro lavoro incentiva e favorisce l’auto responsabilizzazione e lo spirito di iniziativa personale, rispettando l’identità etnica, culturale e religiosa.

MISSION

Sostenere la promozione umana integrale, sia in Italia sia all’estero:

  • Creando partnership con autorità e comunità locali, organizzazioni non governative e altre organizzazioni aventi come fine lo sviluppo sostenibile, per rispondere efficacemente ai bisogni e alle istanze delle persone deboli e con fragilità, rispettandone sempre le identità.
  • Intervenendo direttamente o indirettamente per rispondere alle necessità socio-sanitarie, educative, formative, favorendo lo sviluppo socio-economico locale.

  • Promuovendo l’autodeterminazione e lo spirito di iniziativa personale attraverso progetti di empowerment, rispettando i diritti individuali universali.

Coerentemente allo spirito della fondatrice, la Fondazione è particolarmente sensibile alla condizione femminile gravata da oneri considerevoli, dovuti – tra l’altro – a un percorso di sviluppo incompleto.

Siamo convinti che senza la partecipazione delle donne un pieno progresso delle comunità e della società risulterebbe di difficile attuazione.

MODALITÀ DI AZIONE

COSA FACCIAMO?

Fondazione Museke opera principalmente nel settore sanitario e sociale.

DOVE?

La Fondazione, attraverso tavoli di lavoro, è attiva in Italia e all’estero, con un particolare focus sui Paesi in via di sviluppo. Sulla base dei legami esistenti e delle priorità d’intervento, ha deciso di dare avvio alla propria attività iniziando dal Burundi.

COME?

Con: integrità, onestà, rispetto, neutralità, professionalità, legalità e trasparenza
Promuove: la centralità delle persone, il loro sviluppo professionale e la loro dignità.

Il Tavolo Estero

La Fondazione si occupa da sempre degli interventi nei Paesi a basso reddito, senza un limite geografico preposto, comunque prevalentemente in Africa e in particolare nella Regione dei Grandi Laghi, soprattutto in Burundi. I criteri base che il Tavolo considera per gli interventi sono in base all’entità e alla natura dei bisogni dei gruppi target e dalla capacità correlata di intervento diretto o tramite partner, nonché dall’efficienza ed efficacia dello stesso, garantendo sempre la sostenibilità dell’impegno. Particolare attenzione viene posta al monitoraggio e alla trasparenza nella gestione finanziaria, nonché alla comunicazione verso i destinatari dell’azione, in un’ottica di accountability verso comunità e partners di progetto. I settori privilegiati dall’intervento sono: socio-sanitario, in particolare la salute materno-infantile, l’educazione e la formazione, a favore delle fasce più svantaggiate della popolazione, con particolare attenzione ai minori, ai giovani marginalizzati, alle donne e alle persone con disabilità.

Il Tavolo Italia

Lo Statuto della Fondazione richiama la necessità di intervenire anche sul territorio nazionale, con lo scopo di rispondere alle diverse fragilità presenti. Museke vuole essere soggetto politico e culturale di riferimento sul territorio, lavorando in rete con gli altri Enti e Istituzioni, per ideare e realizzare progettualità condivise all’interno del welfare locale, sia nell’ambito della formazione, che nell’attuazione di progetti concreti con propri operatori o insieme ad altre realtà. La Fondazione circoscrive un focus tematico, attraverso una metodologia modulare d’intervento, per favorire anche la riconoscibilità sul territorio. Sono stati individuati quattro settori: educazione e formazione; etno-pedagogia; cittadinanza multietnica e migrazione; cultura, ricerca e innovazione. In coerenza con lo spirito fondatore e la vision dell’Ente, Museke si propone, in modo non esclusivo ma prioritariamente, a donne e i minori, con particolare attenzione a quelli di origine non italiana: l’obiettivo è realizzare con loro, fin dalla prima idea progettuale, opportunità formative e culturali per condividere il linguaggio e il senso di una nuova cittadinanza plurale e aperta alle differenze.

RELAZIONI DI MISSIONE

SCARICA IL CODICE ETICO

STRUTTURA ORGANIZZATIVA

Fondazione Museke si compone dei seguenti organi:

COMITATO DIRETTIVO

Lombardi Roberto
Presidente
Dughi Marina
Vice Presidente
Lombardi Aurora
Tesoriere
Dalla Tomba Margherita
Lombardi Giuseppe
Fortuna Daniela
Treccani Enzo

STAFF

Nintunze Rose
Segreteria
Verzeletti Stefano
Segreteria
Telò Chiara
Desk Officer

CONSIGLIO GENERALE

Boni DavideBontempi Stefano
Canziani Arnaldo
Castelli Francesco
Dalla Tomba Margherita
De Carli Livia
Dughi MarinaFacchini Margherita
Fortuna DanielaGrazioli Giorgio
Lombardi AuroraLombardi Chiara
Lombardi GiuseppeLombardi Roberto
Maternini GiulioMondini Giuseppe
Nasta PaolaNicoliello Mario
Piotti GiovanniSalvalai Pietro
Stefani Alberto Trebeschi Andrea
Treccani EnzoZamboni Elia

ORGANO DI CONTROLLO

Apostoli Patrizia
Braga Tecla
Massoli Giovanni

Clicca qui per scaricare lo statuto della Fondazione in PDF

BILANCI E CONTRIBUTI

La Fondazione Museke, in un’ottica di trasparenza e professionalità, è consapevole dell’importanza di fornire gli obiettivi e i risultati conseguiti attraverso i propri interventi ai donatori e stakeholders in generale, fornendo informazioni accurate sui programmi realizzati.
Per questa ragione mette a disposizione i propri bilanci e, ai sensi dell’art.1 comma n.125 della Legge 124/2017, le informazioni relative ai contributi di natura pubblica di cui ha potuto beneficiare.

SITI AMICI

Partenariati e collaborazioni